Cerca nel blog

mercoledì 15 maggio 2013

Raccogliere ciò che resta di me
Frammenti del tuo viso stravolto
da scie di rossori che seguirei tutta la vita, per averti col viso bruciante sotto i polpastrelli.

Insegnami a venire incontro maggiormente al tuo cuore
Fammi parlare la sua stessa lingua
Fa che possa dormirci dentro anche restando in silenzio, dopo l'iniziale meraviglia.

La tua bellezza è la catena che mi stringe lo stomaco e mi fa desiderare di essere intricata in te sempre, come lo è la radice con la terra.

Nessun commento:

Posta un commento