Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2011

luna3

e capisco chi sono quando
sfioro con mano aperta il mio viso
che tante ombre ha trattenuto.

la luna nuotava in spazi aperti
piccolissimi, e in nessuno di essi
lei si trovava veramente per
potersi incamminare verso la strada più pericolosa di tutte.

senza poterla vedere, persa, sconvolta dai sensi
mi avvicinavo a cose che non conoscevo
e che non fanno parte di me.

la luna, soffiata via dagli eventi, si rintana laddove sa di essere al sicuro.

Nessun commento:

Posta un commento