Cerca nel blog

lunedì 14 febbraio 2011

Via.

...lontana, la ricerca di un qualcosa; avvolta in infinite nebbie, io continuo a correre
volteggiando, urlando
"mai instabile!"

e poi eccoti, fantasia, enorme come querce antiche di secoli,
sciupate nel loro essere terrene,



cerchi di prendermi. di sradicarmi da qui.
ma sono le mie radici, il mio spirito...e in un attimo, come uno sbuffo d'aria gelida,
mi accogo che comunque tu sei sempre qui.
come loro.


andiamo assieme verso il sentiero più pericoloso.

Nessun commento:

Posta un commento